Vuoti

2365147

“Bruciarsi foto in un pomeriggio asettico,
disinvolto, e con un sole appannato.
Bruciarsi gli occhi, le mani, le dita
bruciarsi e rincollarsi
tu, e qualsiasi cosa perduta.”

Vuoti è una mostra che si basa sulla riflessione tra intimo e esterno.
Il luogo, una scala, è minimale, chiuso, intrappolante, molto stretto e senza ossigeno.
Sensazioni che spaccano il lavoro presentato attraverso buchi che significano mancanze, plastiche che rappresentano materie colmanti di un vuoto che è in tutti noi e ci fa male.
Una quotidianità disarmante che ti apre in due da quanto esplicita; oggetti seriali, inutili ma carichi di emozioni e contestualizzati all’interno di noi stessi e resi epici, unici come ricordi.
Un tentativo di traslare chi guarda dall’effettivo significato materiale, spostando l’osservazione in un mondo parallelo pieno di domande e di insicurezze.
Un mondo fragile, intimo, dov’è bello perdersi per poi ritrovarsi.

Solo-exhibit a cura di Federica Cioffi presso luoghi ZAP – Firenze.
Dal 10 al 28 Febbraio 2017

Articoli correlati :

PortaleGiovaniFirenze http://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/jsp/webzine_publish/arte_dettaglio.jsp?ID_REC=24810

Margherita Nieri
http://www.ilgattosultram.it/mostra-vuoti-gabriele-rosati/